Installare Enemy Territory su ubuntu/linux mint

Home » linux » Installare Enemy Territory su ubuntu/linux mint
linux Nessun commento

Enemy Territory è un gioco sparatutto in prima persona (FPS) ambientato nella Seconda Guerra Mondiale realizzato dalla SplashDamage come seguito di Return to Castle Wolfenstein; tuttavia all’avvicinarsi dell’uscita il single player non era ancora pronto e alla fine è stato rilasciato nel 2003 liberamente scaricabile dalla Activision.

Installazione di Enemy Territory e Patch

Per installarlo è necessario scaricare il gioco, per comodità riporto questo link ma è possibile scaricarlo anche da altre fonti:

E l’ultima patch disponibile per il gioco:

Estraiamo ora il contenuto dei due archivi:

Rendiamo eseguibile l’installer del gioco:

Ora prima di procedere è meglio specificare che il gioco non ha necessariamente bisogno dei permessi di root, e all’inizio ci verrà chiesto di inserire la password di root o di proseguire come utente attuale; tuttavia se continueremo come utente normale non si potrà installare il gioco nelle cartelle di default di sistema, ma solo in quelle della propria home e in questo caso vanno create prima di procedere al lancio dell’installer.

In questo caso installeremo il gioco nella home del nostro utente, percui creiamo due cartelle rispettivamente RTCWET e RTCWETsymlink

Ora avviamo l’installer:

Subito dopo aver avviato l’installazione viene chiesta la password di root oppure di premere il tasto INVIO per procedere con i permessi dell’utente in uso, noi opteremo per la seconda scelta:

TerminalET1Ci viene proposto di leggere e accettare il contratto d’uso del software (scorrere con la barra spaziatrice o premere q per saltare) e infine premere S per proseguire. TerminalET2

Alla richiesta di leggere il file CHANGES premere n e INVIO

TerminalET3Quindi verrà chiesto il percorso di installazione del gioco e dei collegamenti simbolici

  • /home/nomeutente/RTCWET
  • /home/nomeutente/RTCWETsymlink

e infine alla richiesta di installazione del PunkBuster client/server (software anti cheat) premere S per proseguire

TerminalET4Accettare quindi il contratto di PunkBuster premendo S

TerminalET5Viene chiesto anche di installare le voci del menu di avvio, a cui digitiamo n (si vedrà in seguito il motivo) e infine S per continuare l’installazione:

TerminalET7Al termine dell’installazione viene chiesto se si vuole avviare il gioco e premiamo n.

Il gioco è installato ma per giocare sugli ultimi server è necessario aggiornarlo all’ultima patch rilasciata, quindi ci posizioniamo nella cartella contenente la patch

e copiamo i file aggiornati che sovrascriveranno quelli vecchi

Abilitare l’audio

Le attuali versioni Linux hanno sostituito il precedente il sistema audio OSS con il più recente ALSA, percui i giochi basati sul motore di Quake 3 risultano senza audio. Per ovviare a questo problema esiste un hack reperibile a questo indirizzo et-sdl-sound

Di seguito i comandi per installarlo direttamente nella propria cartella di gioco:

Quindi scarichiamo lo script:

e lo editiamo aggiungendo i percorsi corretti del gioco e delle librerie:

la prima voce da modificare è GAME_PATH inserendo il percorso corretto di installazione e ricordandosi di “uncommentare” la riga rimuovendo il # all’inizio

la seconda voce è LIBSDL inserendo il percorso corretto della libreria libSDL.so, che è possibile reprire con questo comando

che vi restituirà l’elenco completo delle versioni presenti nel sistema, percui inseriamo:

ora possiamo eseguire il gioco digitando nel terminale:

oppure possiamo crearci un collegamento sul desktop o nel menu di avvio.

cfg, mappe e altro